English Danish Dutch French German Italian Russian Spanish Swedish

Lago Trasimeno Vacanze Borgo Sanguineto
Gastronomia del Trasimeno PDF Stampa E-mail

Sanguineto_Gastronomia Come in ogni altro posto d’Italia che si rispetti, anche qui la cucina la fa da padrone con diversi prodotti locali, che vanno dai legumi, al pesce , al dolce.

Si parte dalla fagiolina, una varietà locale di fagiolo dall’occhio (di dimensioni ridotte), un prodotto eccellente che negli ultimi decenni ha rischiato di scomparire dalle nostre tavole, ma poi dal 2002 è nato addirittura il Consorzio Fagiolina del Lago Trasimeno, passando per una spezia: lo zafferano, dove coltivazioni degne di nota si trovano nell’area di Città della Pieve.

Approdando ad un bel piatto di pici (grossi spaghetti), fatti con un impasto di acqua e farina tagliato a piccole porzioni e poi assottigliato con le mani ed arrotolato sopra una spianatoia, contornandolo con del tartufo.

Passando per il pesce, ovviamente di lago, con il caratteristico tegamaccio: è un pesce in umido (anguille, persico reale, luccio, tinca, persico sole) tagliato a pezzi unito agli odori ed al pomodoro cotto in un tegame di coccio (da qui il nome tegamaccio) . Ideale è accompagnarlo con delle fette di pane leggermente tostate e leggermente cosparse di aglio.

Ottime sono anche la torta al testo, fatta con farina, acqua e lievito cotta sul testo ideale con gli affettati e la torta di pasqua (al formaggio), immancabile nelle nostre tavole per la colazione pasquale.

Fino ad arrivare al dolce: il torciglione, a forma di un lungo serpente sottile che viene presentato acciambellato a spirale. Gli ingredienti utilizzati sono zucchero e mandorle tritate, poi decorato con confetti, coriandoli e pinoli. E’ il tipico dolce di Natale.

Le prelibatezze non mancano e in molte taverne ed osterie è possibile assaporare questi gustosi piatti.

 
Umbria ... in Vespa! PDF Stampa E-mail

umbria in vespa

La regione dell’Umbria si presta, per il suo carattere ed il suo paesaggio, di essere scoperta in vespa.

Le zone che si possono conoscere in una giornata in vespa sono abbastanza estese per poter scoprire una bella parte della regione, ma nello stesso tempo a misura giusta per poter elaborare con gusto tutte le impressioni raccolte durante il viaggio.

Contrariamente ad una gita in bici, andando in vespa non si arriva sudati e stanchi alle diverse stazioni, stando comunque all’aria aperta (contrariamente ad una gita in macchina).

Ci sono strade, lontane da quelle trafficate, che sono così belle che varrebbe la pena percorrerle anche se non ci fosse nessun attrazione lungo il tragitto… - ma l’Umbria è anche ricca di città d’arte famose come p.e. Assisi, Orvieto, Spoleto e Perugia e di gioielli meno conosciuti, ma con un fascino particolare come p.e. Bettona, Bevagna, Montefalco, Trevi e tanti paesini ancora più piccoli, ma sempre caratteristici.

A parte le bellezze naturali, culturali, artistiche, storiche ed architettoniche tutte le gite in Umbria sono interessanti anche dal punto di vista enogastronomico. Una visita al museo dell’olio d’oliva o del vino, una fabbrica o un museo di cioccolato, un mulino d’oliva o di grano e le tante cantine aperte al pubblico invitano ad assaggiare i prodotti regionali, tipici e genuini.

Attraversare la natura incontaminata ad una velocità adatta e senza nessuna ambizione lungo le strade del vino e dell’olio vuol dire “viaggiare con gusto”..

Scoprire l‘arte, la cultura e dei bei paesaggi lontani dai soliti percorsi, unire il tutto all’ospitalità, al buon mangiare e bere e al design italiano vuol dire “viaggiare in vespa”..

La vespa, il mito italiano ed un modo di vivere, fa scoprire questa regione in modo “slow” e aiuta a dimenticare il ritmo frenetico della vita di tutti i giorni..

Non correte, ma godete!!!..

www.umbriainvespa.com

 
« InizioPrec.12Succ.Fine »

Pagina 2 di 2